MPNEWS | Spezzoni d’arte splendidamente collaterale


Cinema non inquinato e teatro d'assalto. Il Volturno si fa in tre.

articolo pubblicato su Mpnews.it 30/11/2009

di Tommaso Ranchino

Lo scorso Venerdì 27 novembre il Cinema Volturno, occupato anni fa ed ormai punto di ritrovo di giovani artisti e sperimentatori dell'audiovisivo e del teatro romano, è stato preso d'assalto dalla creatività di due giovani autori cinematografici (Fulvio Risuleo e Donatello Della Pepa) e dai DoppioSenso Unico, sorprendente compagnia teatrale formata da Ivan Talarico e Luca Ruocco, nella serata dal curioso titolo "La carota fa bene alla vista".

Un manipolo di artisti genuini, ancora pregni di passione, che producono arte in quel largo cono d'ombra che il tentacolare mainstream nostrano getta impietosamente sotto di sé. Una serata, come tante di quelle ospitate dal Volturno, dove è stata l'espressione prima di tutto libera e spontanea a farla da padrone. E quando questo accade noi di MP News cerchiamo sempre di portarvi testimonianze di arte viva e senza raccomandazioni.

"L'antennista" di Fulvio Risuleo ha aperto le danze. Un corto fregiato da una spensierata aura surreale, interpretato da un giovane, e bravo, Francesco Nappi, non ci sorprenderemmo a vederlo prossimamente sui nostri grandi (o piccoli) schermi, che scherza con i cliché del genere thriller.

A seguire "Imparare ad essere morto" di Donatello Della Pepa. Ancora un buon Francesco Nappi, protagonista taciuto della serata, e ancora l'ottima fotografia di Lorenzo Vecchio, direttore anche nel corto precedente, confezionano un cortometraggio maturo dal richiamo noir prodotto dalla giovane Golden Room (www.goldenroom.it).

E dopo il cinema spazio al teatro. Spazio ai DoppioSenso Unico. Ivan Talarico e Luca Ruocco portano in scena "Cicùore (ci vuol cuore a rimanere)", un trascinante spettacolo scritto alla grande. Le risate intelligenti, da contrapporre con decisione alle risate pilotate del cabaret mediasettaro, proposte dai DoppioSenso Unico sembrano ambire a palcoscenici più conosciuti e riconoscibili. La maturità scenica dei due attori è stata forse la sorpresa più bella della serata, una coppia ben assortita che può, e sa, andare oltre.

E, oltre le aspettative, questa volta la carota ha fatto davvero bene alla nostra umile vista. E noi speriamo di rivederli presto. Tutti.

Ti potrebbero interessare