WHIPART | Storie di altre dimensioni teatrali


Articolo pubblicato su Whipart il 9/01/2013

di Francesca Diodati

La variante di E.K., è lo spettacolo che vi attende al Teatro dell’Orologio fino al 13 Gennaio. Una storia affascinante che comincia con un Uomo in bilico.

"Un uomo alle corde che aspira alla corda, ma necessita metodo. Si sottopone a un duro allenamento, ma nel momento cruciale non coglie il nodo. Ricondotto sulla diritta via, si dà la fine. Strani figuri ne portano le spoglie. La sua vita è dibattuta in giusta causa." Così scrivono gli autori e altro non si può svelare per La variante di E.K., questo spettacolo in scena al Teatro dell'orologio di Roma, che è tutto da vedere e ascoltare, immaginare e ridere. Vi chiederete che ci fanno due loschi figuri su un palco a raccontare una storia che sembra ispirata a un racconto di Carrol reinterpretato da Bergman in collaborazione con Hitchcock. E non finisce qui, siamo a teatro, e così ci ricordiamo di qualcuno che forse conoscete, e che di certo i due attori, registi, nonché sceneggiatori, conoscono senz'altro, Antonio Rezza, indefinibile nella sua unicità, che sa vestire di coraggio una messa in scena cinica, provocatoria, ironica e raffinata al contempo. DoppioSenso Unico è unica allo stesso modo; una compagnia teatrale e di produzione video e musicale indipendente, fondata nel 1999 da Luca Ruocco e Ivan Talarico, sulla scia dell'omonima compagnia gestita dagli antenati nel 1932. Curioso il precedente, forse per questo la loro scena non ha tempo è assoluta e coinvolgente, surreale, ma drammatica e personale. Lo spettacolo, con le sue ottime recensioni già collezionate, è senza dubbio una delle poche cose realmente moderne, realmente nuove, innovative e di qualità che oggi il teatro italiano delle nuove generazioni possa offrire.

Ti potrebbero interessare